in

Cara Italia: Chiediamo le politiche di accoglienza che permettono a tutti di vivere una vita dignitosa

A Natale festeggiamo la nascita di Gesù – un bambino che è stato costretto a diventare rifugiato poco dopo la sua nascita.

In questi giorni circola una frase attribuita ad un prete di Pistoia che avrebbe detto: “Non ha nessuna importanza fare il presepe, perché se Salvini fosse esistito ai tempi di Cristo, Gesù bambino sarebbe morto”.

Lui ha smentito di aver detto questa frase.

Forse la frase giusta sarebbe: se fossero esistiti i politici che oggi governano tantissimi dei paesi ricchi ai tempi di Cristo, Gesù bambino sarebbe morto.

Molto probabilmente sarebbe annegato nel Mediterraneo oppure mentre attraversava il deserto del Sahara. Oppure nei lager libici.

Mentre festeggiamo il Natale ricordiamoci sempre che le politiche dei “porti aperti” hanno permesso a Gesù di sopravvivere.

Questo è l’ottimo momento per riflettere sulla situazione precaria dei richiedenti asilo e dei rifugiati nel nostro paese.

I volontari dell’associazione Baobab Experience che assistono i rifugiati e richiedenti asilo a Roma confermano che a più di un mese dallo sgombero del Baobab, il campo informale nei pressi della stazione Tiburtina a Roma, ci sono tra le venti e le quaranta persone che dallo scorso 13 novembre sono rimaste a dormire alla Stazione Tiburtina nel Piazzale Spadolini.
SI, vivono e dormono fuori con queste temperature sotto lo zero.

La domanda che faccio a quelli che hanno ordinato lo sgombero e guidato le ruspe è questa: vi sentite meglio adesso?

Al nostro governo e a quelli degli altri paesi europei, chiediamo con forza le politiche di accoglienza che possono permettere ai richiedenti asilo, ai rifugiati e agli immigrati di vivere una vita dignitosa.

Mi rattrista sottolinearlo ma forse è il caso di ricordare alle autorità che i richiedenti asilo, i rifugiati e gli immigrati sono esseri umani e che come tale vanno trattati.

Auguro ad ognuno di voi di avere tanta pace e serenità. E vi invito ad avere il coraggio e la voglia di lottare per la giustizia e per il rispetto dei diritti umani.

Buon Natale e Felice Anno Nuovo!

Stephen Ogongo,
Coordinatore, Cara Italia

 

COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Comments

comments

Cara Italia: Salvini, servono urgentemente politiche di integrazione per gli immigrati

Cara Italia: Il governo dovrebbe autorizzare la circoncisione negli ospedali pubblici e privati a costi sostenibili