in ,

Concluso con successo il primo Corso gratuito di Formazione Politica di Cara Italia

Si è concluso con successo oggi il primo corso gratuito di Formazione Politica organizzato dal Movimento Cara Italia.

Il corso di cinque giornate, si è svolto presso l’Università Popolare di Roma – UPTER, Palazzo Englefield – Sala dei 42, dalle 9,00 -16,00 nelle seguenti date: 13 aprile 27 aprile 11 maggio 25 maggio e 8 giugno.

L’obiettivo primario del corso è stato il coinvolgimento dei giovani, di origine sia straniera che italiana, affinché possano diventare la futura classe dirigente del Paese o contribuiscano a rafforzarla.

“E’ stato importantissimo sensibilizzare la coscienza politica degli studenti (immigrati e italiani), che costituiscono la nuova risorsa del paese, e rafforzare l’inclinazione individuale alla partecipazione attiva, fornendo al tempo stesso la preparazione atta ad agevolare il protagonismo e l’interazione strategica nelle istituzioni pubbliche – afferma Stephen Ogongo, il coordinatore di Cara Italia – è inammissibile che i leader non abbiamo alcuna cultura delle istituzioni, ne ignorino le dinamiche e le rispettive funzioni e soprattutto siano privi di lungimiranza per il futuro del Paese. Il nostro corso di formazione politica aveva l’obiettivo di indurre i partecipanti a equiparare la politica a un servizio reso alla società e non un modo per fare carriera, arricchirsi e detenere il potere.”

Il Corso di Formazione Politica di Cara Italia prevedeva cinque giornate formative durante le quali sono state fornite le conoscenze e le capacità di analisi indispensabili per comprendere l’attuale vita politica italiana: i principi culturali dell’azione politica; la governance istituzionale nonché ruoli e funzioni dei vari livelli gestionali della società, di fatto e di diritto.

Le lezioni sono state tenute da docenti universitari, esperti di comunicazione politica, esperti di politica, esperti di immigrazione e integrazione, esperti giuristi e esperti di amministrazione pubblica.

Durante il corso sono stati affrontati temi quali:
Introduzione alla Costituzione
Come funziona la politica in Italia, ovvero il contesto in cui si devono muovere i leader delle comunità
La governance: chi decide, su che cosa e a quali livelli territoriali
I principi e gli strumenti normativi che guidano le decisioni (il funzionamento delle principali istituzioni)
La governance in contesti di multiculturalismo
La politica nel campo dell’integrazione, ovvero su che cosa e verso chi devono agire i leader delle comunità in favore dell’integrazione (normativa nazionale, regionale e locale che incide sui processi d’inclusione sociale e d’integrazione della popolazione migrante e immigrata, gli attori delle strategie d’inclusione sociale e d’integrazione della popolazione migrante e immigrata)
Forme e modi della partecipazione, ovvero come i leader della comunità possono organizzare la pressione verso i decisori territoriali (spiegazioni e condivisione di esperienze di cittadinanza attiva, di coinvolgimento dei soggetti territoriali influenti e delle istituzioni territoriali, d’individuazione dei bisogni e loro trasformazione in proposte di gestione territoriale)
La comunicazione politica ovvero come i leader delle comunità possono usare la comunicazione e crowdfunding per finanziare le attività politiche
Partecipazione alla politica nel campo dell’integrazione ovvero come organizzare la partecipazione delle comunità immigrate (individuazione dei bisogni delle comunità migranti e immigrate e predisposizione di proposte d’intervento; a chi e come comunicare a supporto delle proposte; con chi e come organizzare gli interventi di cittadinanza attiva a supporto delle proposte)
Violenza Strutturale e hate speech, il confine valicabile.

I docenti del corso sono stati: Antonio Ingroia (ex pm): Domenico Melidoro (Docente di Global justice alla LUISS di Roma); Nico Stumpo (Deputato); Paolo Barros (Consigliere comunale); Marguerite Welly Lottin (Presidente Ass.ne Interculturale Griot); Alessio Pascucci (Sindaco di Cerveteri); Federica Battafarano (Assessore alla Cultura del Comune di Cerveteri) Nawal El Mandili (Consigliere Aggiunto del Comune di Cerveteri); Claudio Rossi (Esperto di politiche per l’integrazione); Riccardo Compagnucci (Esperto di amministrazione pubblica); Raffaele Bracalenti (Ricercatore sui processi d’inclusione sociale e d’integrazione); Francesco Florenzano (Presidente Università Popolare di Roma Upter); Emma Amiconi (Fondazione per la cittadinanza attiva – Fondaca); Angelo de Florio (Terzo Settore Esquilino); Giulio Russo (Casa dei Diritti Sociali); Mattia Diletti, Ticandido; Nicolò Scarano, Comin & Partners; Dino Amenduni, Proforma; Massimo Ghirelli (Archivio Immigrazione, docente di cooperazione internazionale); Alessandra Sannella (Docente presso l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale & Esperta di immigrazione): Romulo Salvador (ex Consigliere Aggiunto al Consiglio Comunale) e Jimmy Jaime Trujillo (ex Consigliere Aggiunto al Consiglio XVII Municipio).

“Sono molto riconoscente al Dott. Francesco Florenzano, Presidente Università Popolare di Roma – UPTER, per aver accettato di ospitare il corso, al Dott. Claudio Rossi, il coordinatore del Corso di Formazione di Politica, a tutti i docenti che hanno reso questo servizio importantissimo in modo volontario e a tutti gli studenti che hanno accolto la sfida di iniziare questo percorso di formazione politica che continuerà anche dopo il successo del primo corso – afferma Ogongo – abbiamo ricevuto tantissime richieste di partecipazione da tutte le parti d’Italia e speriamo di poter organizzare in futuro i corsi di formazione politica anche in altre città italiane.”

Clicca qui per iscriverti a Cara Italia, un movimento che lavora per la costruzione di un’Italia veramente e pienamente multiculturale.

COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Comments

comments

Ogongo (Cara Italia): La mia stima e vicinanza a Giulia Nicastro, l’arbitro donna che è stata oggetto di offese volgari dai genitori e dai loro figli giocatori

Parte il secondo corso gratuito di lingua e cultura italiana organizzato da Cara Italia