in

Grazie Carola Rackete per il tuo sacrificio e per aver usato la Sea Watch 3 come luogo di salvezza e rompighiaccio

Cara Carola,
Siamo quasi coetanee, figlie di un’Europa unita e di pace, nipoti di coloro che con il sangue riconquistarono la libertà.

Lascia, ti prego, che condivida con te un pensiero. Nel tuo navigare sei rimasta impigliata nelle reti meschine di questo tempo e di questo Paese, il mio ahimè. Una donna (primo problema) giovane (secondo), istruita e consapevole (terzo) che lavorando duro ha imboccato una brillante carriera professionale (quarto), in quanto tale è bersaglio dei commenti più volgari e violenti che l’umanità possa pensare, è oggetto di continui attacchi da parte di coloro che, il più delle volte per inettitudine e negligenza, non hanno ottenuto nulla dalla vita, è intralciata da uomini che vivono il terrore dell’essere da meno.

Se sei donna e pure giovane e istruita non ti è permesso di avere un temperamento e opinioni forti, frutto della conoscenza e di un lavoro di arricchimento personale. Se sei donna ancor meno puoi osare atti di disobbedienza civile contro l’imbruttimento dei governi e delle società, contro un becero razzismo e uno scellerato gioco al nazionalismo. Eppure proprio perché donne siamo chiamate a rompere gli argini.

Ma non sei sola, Carola, in questa battaglia. Come te siamo in tante a lottare contro questo male infido e velenoso, a lottare per noi stesse e per coloro che oggi non hanno voce. E non credere, non siamo sole. Ci sono uomini che non si adeguano ad un meschino machismo, violento e ignorante. Ci sono uomini che come noi credono nell’uguaglianza tra tutte le persone e che lottano insieme a noi.

Per questo, Carola, ti ringrazio per il tuo sacrificio e per aver usato la SeaWatch3 come luogo di salvezza e rompighiaccio in un mare di brutture umane e legislative. Per questo oggi dobbiamo essere uniti e non mollare.

Federica Vairo

Clicca qui per iscriverti a Cara Italia, un movimento che lavora per la costruzione di un’Italia veramente e pienamente multiculturale.

Ai genitori del Capitano Carola Rackete: SCUSATE!

COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Comments

comments

Ai genitori del Capitano Carola Rackete: SCUSATE!

Successo pieno per la giornata mondiale del Rifugiato a Catanzaro tra sport, divertimento e solidarietà